New NVC material – visfera

Insieme al mio collega En Dolci,,en,abbiamo creato,,en,materiali unici per aiutare la pratica di tutti i giorni in Comunicazione Nonviolenta,,en,il materiale è progettato per l'uso nelle presentazioni,,en,scuole,,en,pratica individuale,,en,workshop e corsi di formazione,,en,sia per gli individui curiosi o professionisti esperti,,en,Già è usato,,en,nelle presentazioni,,en,workshop,,en,le case,,en,ospedali,,en,ambienti di lavoro,,en,progetti,,en,e con emozionante feed-back,,en,Attualmente abbiamo manifesti e strumenti di formazione in magazzino,,en,in olandese,,en,Slovena e svedese,,en,e con più lingue a venire,,en,Benvenuti a dare un'occhiata a,,en,Ho spesso mancato immagini che mostrano la chiarezza sento che contribuisce NVC,,sv,Insieme a una Dolci, ho creato un materiale in testo e immagini che possono ospitare diversi stili di apprendimento e ambienti diversi,,sv,I materiali sono testati e la collina di alimentazione è molto positivo,,sv, we have created

Unique materials to help everyday practice in Nonviolent Communication.

visfera material is designed for use in presentations, lavoro di gruppo, schools, individual practice, workshops and trainings, whether for curious individuals or experienced professionals.

Already it is used in presentations, workshops, homes, schools, hospitals, workplaces, projects, and with exciting feed-back.

Currently we have posters and training tools in stock in Dutch, Inglese, Tedesco, Italiano, Slovene and Swedish, and with more languages to come.

Welcome to have a look at http://visfera.com/

Questions and Answers

Journalist Interview with Towe Widstrand and Marianne Göthlin

1. What is the state of communication in common society in your opinion? Is the tendency of majority of people going towards violent or non-violent approach? Why and how is this obvious?
Towe: I see two different directions. One is pointing towards a more violent society where the language is used in a more aggressive way in the public arena. Some groups of young people use very harsh language and it is spreading rapidly among girls as well. Examples are bullying on internet, a more aggressive attitude in public dialogues. Another is the amount of violence that mass media is offering. The nature of the violence that is displayed has become nastier and we tolerate it more than before.

Leggi tutto Interview with Towe Widstrand and Marianne Göthlin

Vita-Arricchimento Education Lab – LEE Lab in Europe

Dear NVC Community,

We are pleased and proud to share with you the launch of a new event that will support NVC in education.

The Center for Nonviolent Communication presents a new offering in the CNVC training line up to further Marshall B. Rosenberg’s commitment to education, the Life- Enriching Education LAB (aka LEE Lab).

In 1999 Marshall led the first NVC in Education meeting in Flagstaff, Arizona, where we both participated. It was an inspiring starting point for many of us to apply a systematic approach to NVC in education. Since that time, many trainers in many countries have done valuable ground work applying NVC in educational settings from preschool up to university level. We now have much to share with each other and with educators everywhere.

In 2015, Sura Hart (with Jean Morrison, Jared Finkelstein, Anniken Poulssen-Beer) worked on the design and pilot of the first LEE Lab which took place July 2016 in Albuquerque, New Mexico.

Now we look forward to co-creating and co-facilitating this second LEE Lab, in Poland in April 1-7 2017.

This LEE Lab is created for everybody interested in Life-Enriching Education, including school and kindergarten teachers, child care staff, administrators, counsellors, educators in youth programs, parents, NVC trainers, certification candidates, and practitioners who share the intent to explore and apply NVC values in education.

Our intention with LEE Lab is to:

  • Create a lab environment for lab participants to explore together a set of key questions and topics relevant to their particular field of interest in education
  • Support co-learning and exchange of experience
  • Draw upon the leadership and expertise of a team of certified CNVC trainers who have in-depth experience in the field

Please forward this information to people you imagine being interested in this event. Read more at cnvc.org (under TRAINING, IITs).

Warm regards, Marianne Göthlin e Towe Widstrand, Svezia

 

 

Nytt NVC material

Vi fortsätter att skapa nytt material och erbjuder nu ett introduktionspaket med 3 produkter i shopen på visfera.com http://visfera.com/product/introduction-pack/

Jag har ofta saknat bilder som visar den klarhet jag upplever att NVC bidrar med. Tillsammans med En Dolci har jag nu skapat ett material i text och bild för att presentera och öva NVC, och som kan passa olika inlärningsstilar och olika miljöer. Material är testat i flera olika länder och feed-backen är väldigt positiv.

 

Un po 'su come NVC può aiutare in fase di pre-

Un po 'come comunicazione nonviolenta può aiutare in pre-

L'asilo è uno focalizzato sulla creazione di buone relazioni e di un ambiente sicuro e stimolante per l'apprendimento e la collaborazione. I bambini hanno la possibilità di svilupparsi come individui, sia socialmente che in termini di conoscenza e di ottenere una esperienza di essere parte di una comunità. Collaborazione sui bambini, sia in fase di pre-scuola e con i genitori fornisce molte situazioni in cui la comunicazione e la comprensione dei bisogni e comportamenti differenti giocano un ruolo cruciale. Comunicazione Nonviolenta è un atteggiamento e una pratica che può contribuire a rafforzare la capacità e incrementare le possibilità di essere trattati con rispetto, ascoltare empaticamente, di esprimersi onestamente e di interagire con persone di tutte le età, anche in situazioni difficili.

Alcune aree nel comunicare con i bambini dove NVC può essere una preziosa guida:

·        Esprimersi in modo chiaro da raggiungere e facilitare la cooperazione

·        Impostare i confini senza colpa o minacciare

·        Esprimendo apprezzamento modo che rafforza la fiducia in se stessi e autostima

·        Ascoltate con la vostra presenza e riconoscere i bambini nelle loro esperienze

·        Mediare tra il bambino e di essere un modello per loro di affrontare il conflitto

NVC fornisce una guida su come impostare i confini in un modo che crea fiducia nelle relazioni. Abbiamo quindi bisogno di incontrare il bambino dove si trova e adattare il nostro comportamento dopo la – senza che sia necessario abbandonare la leadership siamo. Spesso autodefinisce adulti tra essere dominante e cedere ai desideri dei bambini. Qui NVC può essere di supporto nel momento di trovare un modo che dà più contatti e reciprocità. Si basa su avere un rapporto di collaborazione con il bambino e utilizzare la loro autorità spontanea e potere come un adulto, senza forzare, punire o minacciare. Possiamo dire per esempio: – Voglio che tu venga a sedersi con me un po '. Invece di dire: – Devi stare fermo ora, altrimenti si distrugge l'altra.

NVC sottolinea anche un ascolto rispettoso che fa spazio per le differenze. Che come i bambini sviluppano la loro capacità empatica – di per sé è incontrato con empatia – è estremamente importante al fine di capire come le azioni eseguite colpisce altre persone. Essere in grado di ascoltare con empatia, prendere in ciò che l'altro sta vivendo in questo momento, senza cercare di fissare o di rispondere è qualcosa che torneremo nei nostri corsi di formazione. Quando i bambini non lo vogliono come adulti suggerisce che possiamo ascoltare e indovinate un po 'le esperienze bambino a fare i collegamenti e per evitare una lotta di potere. – E 'che si desidera continuare con quello che stai facendo tu pensi? Invece di cercare direttamente a discutere per avere il bambino con tutto il necessario. – Tutti dovrebbero andare fuori ora. Sarà divertente. Affrettatevi per ottenere una bici nel cortile. Per praticare NVC in grado di fornire conversazioni reciproche che rafforzano i bambini per proteggere la loro privacy pur essendo aperto alla cooperazione con altri.  

Quando ci sono conflitti tra bambini NVC si concentra sulla comprensione e la cura su entrambe le esigenze e per distinguere i documenti da persona. Ad esempio, se un bambino colpisce un altro, è facile cadere in un unico essere "vittime” e l'altro è "trasgressori", e ciò che esprimiamo quindi la colpa. Al fine di voler imparare dai propri errori e trovare il modo che funzionano meglio con le altre persone devono ottenere prima acquisire una piena comprensione, empatia, per la sua esperienza e le esigenze hanno provato cater. – Era così che anche si voleva divertirsi e quando hai preso quella macchina come A sia in? –  E tu A, sei diventato arrabbiato perché si voleva continuare a giocare con la macchina?

Con NVC ci alleniamo anche esprimere apprezzamento ai bambini in un modo che rafforza la fiducia in se stessi e autostima. Lode può facilmente, proprio come critica, contribuire alla statica, giudicando comunicazione che sono più classificati­mitigazione di valorizzazione e messa in rete. Abbiamo l'abitudine di dire agli altri quello che sono per qualcosa, piuttosto che quello che facciamo per qualcosa che ci piace o non ci piace. Diciamo ad esempio. un bambino "- Tu sei buono ", Invece di dire ” – Guardi, Ora si potrebbe legare le scarpe me stesso ". Il pericolo che possiamo ascoltare valutazioni non specifici da "auktorite­avere” è che noi non sviluppiamo la nostra capacità di valutare autonomamente il proprio e gli altri in­tassi. Con NVC ci alleniamo sia per esprimere oggettivamente ciò che i ragazzi fanno come noi apprezzano e per portare i bambini a sentirsi stimati, senza prestazioni – solo perché esistono e sono essi stessi.

Questo è stato alcuni brevi esempi di come NVC può aiutare a pre-. Per il passato 10 anni io ei miei colleghi di NVC realizzati diversi progetti in scuole materne e introdotto NVC a centinaia di educatori. Sono lieto di sperimentare, valutazioni e report che descrivono come NVC influenzato e arricchito la vita per coloro che hanno prestato attenzione a riflettere su e integrare NVC. NVC in grado di fornire una importante conferma l'importanza dei valori umani e la cura che è spesso la motivazione a lavorare con i bambini. Si è spesso percepita come un sollievo e ispirazione per ottenere il supporto a riposo per questi valori in modo chiaro.

 

Marianne Göthlin, skolande.se, marianne@cnvc.se, 0704215561

 

 

Booklet con introduzione NVC per le scuole

A volte ho mancato NVC materiale da utilizzare quando ci si avvicina educatori e degli insegnanti. Ora ho realizzato un opuscolo, insieme Towe Widstrand, con l'intenzione di dare una breve panoramica di NVC e in che modo possono contribuire NVC nelle situazioni quotidiane della vita della scuola. Il libretto è attualmente tradotto in Inglese, Tedesco, Polacco, Francese, Olandese, Norwegian, Slovene, Italian and Czech.

If you are interested in buying booklets they are available in my web shop. Il libretto è di circa 25 pagine, formato A5 e costa 8 €, più il costo di invio. It is also available as E-book for download.

Libro sulla gestione dei conflitti in materia di istruzione

Jag har medverkat med ett kapitel om NVC i en bok som heter: Conflitto in teachership professionale. Qui potete leggere il contenuto del retro del libro. Il libro può essere acquistato presso gli editori Gleerups.

Il conflitto è una parte naturale della vita quotidiana a scuola – di incontrare e affrontare i conflitti invece richiedono conoscenze specifiche e di formazione. Se l'interazione sociale in un conflitto ben gestito il conflitto può essere l'occasione per allenarsi ad esprimere i propri pensieri, discutere le diverse percezioni ed interpretazioni, riflettere per conto proprio e la partecipazione altrui ', e di pensare attraverso il processo di interazione.

La ricerca mostra anche che quando gli insegnanti imparare circa la gestione dei conflitti, non hanno bisogno di spendere tanto tempo di gestione dei conflitti e alla disciplina. Che a sua volta, significa che il tempo per gli aumenti di apprendimento. Così come dovrebbe un accordo insegnante con i conflitti che sorgono nella scuola in modo che possano essere buone opportunità di apprendimento?

Conflitto con la consapevolezza di insegnamento professionale comprende le conoscenze teoriche ed esperienziali e può essere visto come un orientamento nel campo del sapere. Gli autori assumono che l'approccio si adatta bene con la dialettica dei sistemi di conoscenza e di valore che sono iscritti nella missione della scuola.

Il libro è destinato principalmente ai futuri docenti e formatori di insegnanti e praticanti insegnanti a diversi livelli, ricreazione e per i dirigenti scolastici.

Tutti gli autori partecipanti stanno lavorando quotidianamente con il conflitto, teoriche e / o pratico. La partecipazione al libro è Ilse Hakvoort, Bridget Friberg, Marianne Göthlin, Towe Widstrand, Pat Patfoort och Arja Kostiainen.

Curatori del libro è Ilse Hakvoort, docente universitario in Pedagogik, lavora presso l'Università di Göteborg, e Bridget Friberg, consulente e docente, lavora presso l'Università di Scienze Applicate, Göteborg.

Educazione tra Dialogo e Monologo

Il mio amico e collega Niclas Rowan Potenza, Mi capita spesso di fare riferimento e imparare sempre di nuovo, ha scritto questo articolo che sembra importante e tempestiva. Niclas è ricercatore presso il Dipartimento dell'Educazione presso l'Università di Stoccolma ed è particolarmente interessato alla comunicazione, La democrazia e la leadership nella scuola ed educazione.

Per descrivere Niclas nell'articolo di cosa si tratta:

Nella prima parte (1) Descrivo principalmente per la comprensione di Bauman l'Olocausto come un incontro sfortunato tra le caratteristiche comuni delle società moderne, Io (2) Ho discutere il ruolo costitutivo della comunicazione e funzioni sociali in relazione alle analisi di Bauman, Io (3) Ho chiara distinzione tra dialogico e comunicazione mono logica come una distinzione essenziale in relazione alle caratteristiche problematiche della moderna società Bauman e altri hanno identificato. Inoltre,, Io (4) Mi mostrano come il concetto di comunicazione sistematicamente interrotto può essere utile per identificare quando le condizioni di alimentazione e sociale ingiusto interferire condizioni dialogiche e, sist fino, Io (5) Ho discutere di ciò che potrebbe caratterizzare una comunicazione dialogica educativo per la democrazia, apprendimento e di responsabilità e ad uno sviluppo unilaterale fondi target razionale che potrebbe erodere la pratica educativa della moralità e della democrazia.

 

 

Istruzione Nonviolento in asili

Istruzione Nonviolento in asili

I primi risultati di uno studio internazionale

"La violenza di prevenzione in asili" potrebbe suonare un po 'difficile nel contesto dei bambini. Il termine "pace-educazione" ha un tocco più morbido, ma suona forse meno efficace. Entrambi i termini perseguire in questo contesto la stessa finalità: di mostrare e insegnare ai bambini "life skills", come risolvere i conflitti in modo costruttivo – può essere per rafforzare bambini autostima, insegnando loro a rendersi conto e nome loro emozioni e sentimenti e di riconoscere loro anche da altre persone, insegnare ai bambini speciali tecniche o per essere un ruolo modello in situazioni difficili. "L'educazione non violenta", per usare un altro termine, è l'obiettivo di questo progetto internazionale Daphne.

Recenti studi dimostrano che una grande parte del "comportamento speciale" ha le sue radici nelle esperienze della prima infanzia. L'intervento inizia prima, i più grandi sono le probabilità che l'intervento è utile. Una delle prime istituzioni, che i bambini frequentano nei primi anni è l'età prescolare. Questo è il motivo per scuole materne possono svolgere un ruolo importante nel lavoro preventional. Soprattutto a livello di scuola primaria esiste già un sacco di diversi programmi per la prevenzione violenti, ma fino ad ora, di prevenzione della violenza non ha posto fissare in età prescolare, programmi o nella formazione di insegnanti di scuola materna-.

Lo scopo di confrontare le politiche e le esigenze concernenti la pace-educazione in diversi paesi europei ha portato alla internazionale Daphne-Project, finanziato dalla Commissione Europea e coordinato da IFOR (Fellowship Internazionale della Riconciliazione) Deutsch e gli "Amici dei bambini, Gioventù e cultura Grenzach-Whylen e.V ".

Sei paesi europei prendono parte a questo progetto: Belgio, Germania, Italia, Norvegia, Polonia e Svezia. In ogni paese lavorato uno o due scuole materne insieme a un istituto di ricerca-. La prima fase conteneva uno studio esplorativo pilota[1]. La ricerca - basata sulla letteratura di analisi, interviste, osservazioni e questionari - si concentrano su tre diversi livelli:

– Sistema Educativo: quali leggi, curricula, programmi o studi esiste in materia di non-violenta educazione?

– Istituzione: come gli insegnanti lavorano in una scuola materna, che ha bisogno non hanno, Quale aiuto che ricevono, ecc?

– Bambini: come i bambini reagiscono in situazioni di conflitto?

Il confronto dei risultati dei diversi paesi europei ha mostrato un sacco di differenze. Il significato e la frequenza di asili già in età precoce è maggiore nei paesi nordici come la Norvegia e la Svezia negli altri quattro paesi. In Polonia non sono asili molto comune e l'educazione istituzionale inizia per un sacco di bambini con l'inizio della scuola primaria. Grandi differenze sono stati osservati anche nel gruppo di dimensioni e il numero di bambini per un educatore. Mentre in Svezia un educatore viene a 5-6 bambini, in Belgio o in Italia un educatore è responsabile di un gruppo di 25 bambini. In questi paesi esistono quindi più routine quotidiana e le strutture, mentre in Svezia i bambini hanno più possibilità di decidere come vorrebbero trascorrere il loro tempo.

Oltre le differenze sono anche risultati comuni che si trovano. In tutti i sei paesi l'educazione alla pace gioca un ruolo minore nei curricula delle scuole materne né una parte fissa nella formazione degli educatori in età prescolare. Che la non-violenta l'educazione è un soggetto nel lavoro quotidiano di una scuola materna è in gran parte dipende dalla interessi del personale.

Anche se il sistema svedese di istruzione a livello prescolare è più avanzato rispetto ad altri paesi europei, ci sono ancora "vuoti" visibile quando si tratta di prevenzione violenti. Soprattutto un luogo fissare nella formazione di insegnanti scuola materna per i soggetti riguardanti la risoluzione dei conflitti è ancora aperta. Tali corsi potrebbero fornire agli educatori più conoscenza per affrontare situazioni di conflitto nel loro lavoro quotidiano vivere in modo che potessero aiutare i bambini in situazione difficile da gestire i conflitti a diversi livelli.

Sulla base dei risultati di questo studio pilota, il progetto Daphne si propone in una fase successiva per creare e testare un programma internazionale, che si concentra su tutti i livelli importanti: l'istituzione con le sue strutture di sostegno nazionali / locali e le leggi, gli educatori e la loro educazione, i bambini stessi e un quarto gruppo i genitori. Come mostrato nei risultati e valutazione dei programmi già esistenti, è importante includere tutti i differenti attori e livelli di tale programma. E un programma, che comprende tutti e quattro i livelli, è al momento inesistente sulla mappa educativi nei paesi europei.

Il confronto tra il Belgio, Germania, Italia, Norvegia, Polonia e Svezia aiuta non solo a vedere le differenze e problemi comuni, ma anche per vedere la propria situazione sotto una nuova luce. E lo dimostra il modo di andare avanti in un lavoro si spera di successo riguardanti l'educazione alla pace.

Susanne Gugger


[1] A causa di restrizioni finanziarie e temporali, sono i risultati di ogni paese non rappresentativi per l'intero paese, ma può dare un'idea delle situazioni nei diversi paesi partner.